DEPOSIZIONE

conoglianze2.jpg

 

Riccardo Capitanio – Non esistono altre bandiere per il Corpo Forestale dello Stato sé non quella del Corpo Forestale dello Stato.

Deborah Stella – LA STORICA BANDIERA DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO
per me e per ogni Forestale di ogni generazione rappresenta la nostra fierezza ed il nostro senso di appartenenza al Glorioso Corpo Forestale dello Stato che in 194 anni silenziosamente ha contribuito a rendere l’Italia un Paese migliore, rappresenta i nostri valori PRO NATURA OPUS ET VIGILANTIA, la nostra FEDE nel credere fermamente alla MISSIONE in difesa dei doni del Creato, rappresenta la nostra SCELTA DI VITA A SERVIZIO DELLA NATURA.
Questa bandiera rappresenta la nostra IDENTITÀ DI FORESTALI.
Questa bandiera oggi è deposta 😔 con nostro profondo dolore e devozione
ONORI ALLA BANDIERA

Maurizio Frati – Non voglio vedere le foto…. Mi fa solo rabbia vedere la scuola dove è passato mio nonno, mio padre ed io invasa da..

Thea – Il 25 ottobre, a Tito, ho manifestato il mio dissenso a Renzi, urlandogli fino a perdere la voce, ciò che penso di lui!
Non ho potuto dirglielo in faccia perché ero stata allontanata all’arrivo del treno in quanto non sono
un’iscritta del Pd! Assurdo! 😞

Io non sono una Forestale,
ma mi sento Forestale,
sono Forestale nell’animo,
e, come tale, ritengo che abbiamo subito un’ingiustizia, 😒 e le ingiustizie vanno combattute!

– È un’ingiustizia la “distruzione” del Corpo Forestale dello Stato” e lo smantellamento delle sue funzioni di prevenzione, di difesa e di tutela dell’ambiente, del territorio e della fauna;

– è un’ ingiustizia il silenzio mediatico che ha avvolto la soppressione del Corpo Forestale;

– ed è un’enorme ingiustizia avere “militarizzato coattivamente ” più di 7000 Forestali e le loro famiglie,
privandoli dei loro diritti civili!

Fare la “Guardia Forestale”
era una missione oltre ad essere un lavoro!
Fare il carabiniere forestale è un’imposizione 😒,
calata dall’alto da esponenti di un governo che nessuno di noi ha eletto!
È un’imposizione che ci saremmo potuti attendere, forse, da Paesi come la Corea del Nord o il Venezuela ma mai dall’Italia! 😡

Adesso aspettiamo giustizia dalla Consulta e poi…

Riprendiamoci la nostra Bandiera
e la nostra dignità,
contro chi ha deciso di farci morire,
perché come cantava Mango…
“Non moriremo mai, il senso è tutto qui!”

Risorgeremo più forti di prima!

Savino Monterisi – È un peccato che Matteo Renzi nel suo tour in treno, di passaggio in Abruzzo non si sia fermato a Sulmona a discutere con i peligni degli effetti della sua riforma Madia – che accorpa Forestale e Carabinieri senza redistribuire le funzioni di Antincendio Boschivo – sul nostro monte Morrone.

Giampaolo Concas – Una piccola riflessione.
Finalmente è arrivata un po’ di pioggia che ci permette di rilassarci un poco dopo una lunghissima e molto impegnativa campagna antincendi e con alcuni colleghi si parlava dei vari eventi di questa estate, il territorio dove lavoro ha avuto uno dei peggiori incendi, quello che il 31 di luglio e il 01 di Agosto ha devastato il territorio tra Gonnosfanadiga e Arbus bruciando circa 2500 ettari quasi tutti di bosco, e si parlava anche del recente incendio in Val Susa che finalmente è stato spento dall’arrivo delle piogge dopo aver percorso circa 5000 ettari, discutendo ci siamo resi conto che quest’ultimo incendio durato circa 30 giorni ha in realtà bruciato circa il doppio rispetto al nostro durato circa un giorno e mezzo, il che significa che per condizioni climatiche e geografiche era almeno 100 volte più violento.
La domanda sorta spontaneamente è come mai dove sono rimasti i Forestali a spegnere e coordinare le forze antincendio in campo (non c’eravamo solo noi) un incendio così violento è stato domato in poco tempo anche se poi la bonifica è durata svariati giorni senza però ulteriori danni mentre laddove i forestali non ci sono più si è dovuto aspettare le piogge per estinguere un evento molto meno violento nonostante il gran lavoro delle persone e dei mezzi aerei?
Cosa si è risparmiato con la soppressione del CFS?

Mauro Malossini – Io non farei appelli a Gentiloni, come non farei appelli al presidente Mattarella o al ministro Galletti, non usciranno mai dai “ranghi” con una loro posizione .. Tanto meno danno ascolto agli appelli, loro occupano quei posti per “eseguire” ordini alquanto discutibili e non per ragionare posizioni in difesa del bene comune ! Si è visto in questi ultimi anni quali sono state le politiche ambientali e faunistiche di questo assurdo governo .. A favore di lobbie, multinazionali e interessi particolari, sempre nel silenzio e il beneplacido dei vertici, che volendo potevano fare la “differenza” !!

Simone Bertolini – Io sono sempre su ad Asiago, garantisco che vorrebbero gli animali telecomandati: i lupi e gli orsi che stessero nei boschi e si nascondessero quando vedono l’uomo; i caprioli che si facessero avvicinare per i selfie e assieme ai cervi che si suicidassero senza pelo vicino a un panaro di polenta calda col pocio!

Bruno Baldo – Appena visto un servizio su canale 5
Asiago popolazione di lupi stimata in 20esemplari
Allarme Allarme invasione di lupi…….grandi giornalisti complimenti

Franco Bernardi -Tristezza infinita, insisto nel dire che l’immagine complessiva del Trentino a presunta vocazione naturalistico-ambientalista anche per i commenti pubblicati in rete da tanti nostri corregionali contro la presenza degli orsi, ne esce fortemente compromessa.
Il miglior modo d’agire è dall’interno del Trentino come semplici cittadini senza alcun interesse politico o associativo ma l’unico fine del bene pubblico !

Erik Ferrari‎ – Quanto manca alla fine delle due legislature, al 2018? I due governi peggiori della storia.

Eleonora Ciminiello – Vorrei vedere come si pone la direttiva europea nei confronti di quella italiana, ma in realtà non dovrebbe avere la possibilità di metterci becco.
Ad ogni modo la diffida credo si possa impostare su un punto cardine centrale:
ovvero sul fatto che l’osservatorio fitosanitario agisca d’autorità facendo prevalere la delibera sulle misure di contenimento su qualsiasi altro genere di norma.
Nel particolare: gli ispettori non tengono conto di trovarsi dinanzi ad un ulivo non censito da considerarsi potenzialmente monumentale e, anziché segnalarlo, lo indicano come da abbattere.
Tutto parte da questo punto. ciò che consegue è una reazione a catena. Non considerando la monumentalità si procede all’abbattimento, anziché l’ultima legge regionale, che nel caso di presenza di xylella su monumentale indica l’eliminazione delle branche terziarie ( lasciando intatte le principali e le secondarie) la quale a sua volta non considera di dover sottostare a quella ministeriale, che impone l’intervento del corpo forestale dello stato il cui parere è vincolante, e dei comuni che dovrebbero autorizzare, di volta in volta, qualsiasi intervento su ogni pianta.

Eliana Fanelli – Tutti devono sapere cosa accade in Puglia, Italia, dove si chiudono gli occhi mentre un patrimonio inestimabile viene distrutto. Cosa si tutela? Hanno minacciato l’abbattimento coatto di 566 ulivi: se i numeri sono reali, i proprietari che non hanno tagliato sono tanti. Purtroppo i ricorsi sono andati male. E grazie alla modifica della legge gli alberi possono esser tagliati tutti. Anche il primo monumentale. Hanno voluto dimostrare che sono più forti che vincono loro .A chi si deve rivolgere un cittadino. Chiediamo aiuto, solo questo. Qui si sta calpestando tutto. Per quell’ulivo sono state fatte centinaia di chiamate… Il nostro ulivo non c’è più.
Antonella Giordanelli – Ora se ci abbracciamo riusciamo a contenerlo, il nostro Gigante di 8 metri di circonferenza. Siamo riusciate a donargli 6 mesi di vita in più…6 mesi su 2700anni… e noi abbiamo la vita sconvolta per essere così infinitesimali rispetto ai nostri ent…eppure microbi che uccidono giganti : siano maledetti in eterno tutti i tagliatori e quei Forestali che hanno abbassato gli occhi lasciando che il batterio Xylletti infettasse letalmente ogni onore e dignità uccidendo Foresta e Forestalità. La notte di Oria ho sentito che Nemesi avrebbe colpito il CFS e ora mentre nasce la Direzione nel Minpaaf , il Gigante di Oria viene abbattuto senza che nessuno accorra in Salento. Noi cittadini lasciati soli ed impotenti di fronte all’arroganza del potere, ovunque im Italia: ho appena presentato l’esposto per l’uccisione di KJ2 perpetrata dalla Provincia autonoma di Trento, sperando di salvare qualche orso bruno…anche per mamma KJ2 , come per Daniza, abbiamo fatto carte false, letteralmente, e così l’hanno ammazzata due anni dopo la loro illegittima ordinanza del 2015 invece che subito .. ma tanto l’hanno ammazzata! I suoi 3 cuccioli d’allora li abbiamo salvati, ma i due orsetti di quest’anno moriranno… la morte vince sempre.

Mimmo Giglio – Nel mio $ud e` morto lo stato di diritto…

Michele Fasano – Alla Cerimonia del 4 novembre c.a. Festa dell’Unità e delle Forze Armate,erano presenti due cavalli Murgesi con colleghi in divisa CC. li ho salutati,ma ho detto loro “non vi faccio la foto,ho per ricordo quella dello scorso anno,in divisa da Forestali”. Molto sconforto ho provato.

Alessandro Cerofolini – nella neo direzione generale delle foreste del Mipaaf sono ancora in attesa di un incarico dirigenziale.

Oreste Caroppo – COMINCIAMO AD AVVISARE:
NON E’ XYLELLA SULLA VITE DALLE FOGLIE IMBRUNITE
E’ AUTUNNO E LA VITE PERDE LE FOGLIE
Nominiamo agronomi, per favore, i bambini delle terze elementari, salviamo così l’agricoltura!

Massimo Mersecchi – A proposito di specialità .
Sono come le orde di lugubri barbari , ma NON potranno MAI e in nessun caso avvicinarsi alla perfezione del Corpo Forestale dello Stato . Ecco perché cercano di distruggerne ogni ricordo . Non vogliono avere paragoni . In qualche misura comincio a pensare che è stato proprio il senso di inferiorità conclamata , essere inferiori nell’ espletare il proprio lavoro , come ad esempio le indagini sul inquinamento (Bussi ) , sulla terra dei fuochi , sui trasporti di rifiuti , su controlli CITES , interventi di protezione civile e incendi boschivi , abusivismo edilizio . Ecco , questo BRUCIAVA , avere 115 mila uomini e 9 specialità d’arma (-1)Tutela Salute , 2)Ambientale 3)Patrimonio Culturale 4)Banca d’Italia 5) Politiche Agricole 6)Investigazioni Scientifiche 7) Tutela Lavoro 8) Antifalsificazione Monetaria 9) Aeromobili Carabinieri ) ed essere INFERIORI per risultati davanti a 7500 donne e uomini che lavoravano con amore e dedizione totale . QUINDI per essere i migliori BISOGNAVA PRENDERE I MIGLIORI ed ecco la decima specialità i “Carabinieri Forestali” . Come uno squadrone di calcio ! Avete avuto appoggio , sostegno e copertura da un governo illegittimo MA i governi sono come l’acqua sotto i ponti : passano , resterà solo la VERGOGNA del danno fatto all’Italia agli Italiani e a 7500 donne e uomini obbligati a cambiare vita . Il Corpo Forestale dello Stato =R=I=N=A=S=C=E=R=A’= statene certi .

 

Annunci

Una risposta a "DEPOSIZIONE"

  1. leonardo 17 novembre 2017 / 15:13

    Faccio solo un appello: Quando andranno via gli attuali cialtroni di questo governo? dopo di ciò si potrà ragionare.-

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...