Militarizzazione di san Gualberto

Listener.jpeg

 

Il 12 luglio 1072 moriva san Giovanni Gualberto, come nobil uomo graziò l’assassino del fratello, come monaco denunciò la corruzione delle gerarchie ecclesiastiche, come eremita piantò alberi (faggi,abeti,castagni,aceri,tigli,frassini), come patrono dei Forestali viene celebrato ogni anno nell’Abbazia di Vallombrosa.

Quest’anno tanti generali nerovestiti, di cui l’unico il cui abito non era fuor di luogo era l’abate generale, il quale nel suo saluto di benvenuto “alle autorità civili e militari e ai Forestali”  e poi nell’omelia nonché appellando i comandanti non ha mai pronunciato le parole  “arma/carabinieri”. Eppure le sagge parole della predica sembravano rivolte proprio a loro: l’abate vallombrosiano è pescatore d’anime e c’era da fare una retata, data la presenza in chiesa di significativi alti gradi come il gen Del Sette e il gen. Saltalamacchia !

Anche con le doti epistemologiche e comunicative di un colto monaco benedettino, nessun nesso si poteva agganciare tra accademie militari e la cura delle foreste casentinesi (ad opera dell’ordine di san G.Gualberto per otto secoli!) affidata dall’unità d’Italia in poi ad un Corpo nazionale mediante la fondazione nel 1869 del Regio Istituto Forestale di Vallombrosa; mentre al contrario la figura storica di Gualberto ”whistleblower” in Toscana (tra Firenze e Arezzo!) è apprezzabile da ogni cittadino che si trovi  in una società corrotta specie all’interno di una struttura gerarchizzata e tanto più dai carabinieri forestali.

Quindi le parole dell’abate generale quest’anno erano perfettamente calibrate, mirate e selettive nell’analizzare i pericoli insiti in chi cade vittima dell’amore per il potere, raccomandando coloro che hanno responsabilità di guida ad essere umili e flessibili, consigliando parole chiave ed atteggiamenti.

Tuttavia Del Sette nel suo successivo eloquio non ha modificato alcuno dei reiterati termini; in particolare sembrava non consapevole di quanto fosse inappropriato in quel luogo ripetere che l’Arma “accoglie” la Forestale: i Carabinieri non sono anfitrioni e neanche ospiti in quanto sono entrati NON invitati, e si comportano da invasori.

Hanno spadroneggiato ancor prima dell’emanazione del Decreto legislativo: ben un anno prima hanno subito preso possesso del Museo della Scuola Forestale di Cittaducale e subito hanno fatto irruzione anche del più piccolo comando stazione alpino per prendere le misure dei locali per poi farsi consegnare perfino i martelli forestali !

Alla scadenza del 1 gennaio hanno apposto il loro simbolo di latta su ogni edificio della Forestale senza avvedersi dell’aquila incisa sulla pietra e sulla roccia! Pattugliando automuniti hanno cambiato con  la granata accesa ogni indicazione stradale, ma calzati con suole lisce mai eradicheranno nei boschi gl’innumerevoli pannelli educativi di legno, che se portassero incisa la fiamma dell’Arma sembrerebbero invito agl’incendiari!

Roccia e legno sono Natura che si rigenera, latta e vernice tossica arrugginiscono.

Ben più in tema col santo patrono la “orazion picciola” del generale Ricciardi, l’unico ad avere l’habitus consono al luogo e alla truppa desolata.

La nota più stonata nel gesto tutt’altro che da “ufficiale e gentiluomo” (nessuna parità di genere nel dicastero della difesa, acciocché dic la ministra Pinotti !): sciogliersi dall’abbraccio con l’ex collega in divisa VVF per accorrere in prima fila a cantare a voce spiegata Virgo Fidelis nella puerile ostentazione della assecondante memoria di una bimbetta bionda che sale sulla sedia a recitare la poesiola natalizia.

E a proposito di musica: il coro (agile ed intenso specie nella chiusura delle note lunghe) è rimasto quello del Corpo Forestale dello Stato, mentre la banda è stata smantellata perché gli strumentisti non avevano studiato in Conservatorio. Giusto, non si può esercitare un’attività se non si è conseguito il relativo titolo accademico!

Ma allora perché alti ufficiali possono vantare attribuzioni di un corpo tecnico e il comando del CUTFAA se, formatisi alla Scuola di Guerra, non hanno  alcuna laurea attinente le Scienze  Naturali e Forestali ?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...