MONITORAGGI

Listener.jpg

 

Ven 30 giugno esce sul blog  https://salviamolaforestale.wordpress.com/../istruzioni-del…// l’articolo in cui ripropongo, tra l’altro, la cronaca della valanga di Rigopiano prevista dal bollettino meteomont a cura dell’ Arma. Ebbene 3 giorni dopo Del Sette, dalla Calabria, parlando liberamente dell’accorpamento del CFS, si giustifica: <Abbiamo approntato l’impatto a gennaio, in realtà preparato da lunghissimo tempo, in una situazione che si è resa veramente difficile per il tempo inclemente per LA NEVICATA assolutamente straordinaria per le diverse problematiche seguite al terremoto>. È un lapsus il termine al singolare, visto che in Italia numerose nevicate (invernali) s’erano verificate a gennaio? … ho notato che al comandante generale, uomo della cui onestà nulla si può dire, s’imbroglia la favella quando la linea comunicativa che vuol trasmettere non è semplice. 

A me normale cittadina (ma lo ha ribadito anche quest’anno la relazione della Corte dei Conti) sembrano più disservizi che logiche di efficienza e risparmio quelle attuate, e i tormentone di Renzi “da 5 a 4 polizie” annunciava al popolo che il governo andava per sottrazione. 

Porto un esempio di razionalizzazione in Puglia a cui calza lo slogan TOGLI 3 e METTI 1!  Un agente del CFS, vinto un concorso e terminato il corso (29 dicembre 2016) assegnato a 200 km dalla precedente sede, arruolato automaticamente carabiniere (1 gennaio 2017) trova il suo nuovo comando stazione deserto. Nessun passaggio di consegne perché i colleghi che da anni vi prestavano servizio sono appena stati trasferiti nelle caserme cittadine: 2 in Polizia di Stato (letteralmente snaturati a fare Ordine Pubblico !) e l’altro nei Vigili del fuoco senza più arma d’ordinanza e tesserino.
Ovvero al comando stazione prima c’erano 3 Forestali, ora un unico carabiniere forestale. Siccome, secondo gli standard propagandistici dell’Arma, un carabiniere vale doppio, il carabiniere forestale fa per 3 forestali?
Per quanto riguarda la sua professionalità è mortificata perché non ha ancora nessuna conoscenza del nuovo territorio e nessun collega che possa trasmettergli la sua esperienza. Per quanto riguarda la sua motivazione personale non può socializzare la sua nuova situazione di militarizzato che opera nel quotidiano totalmente isolato: nessuno con cui interfacciarsi nell’ambiente di lavoro, famiglia con figli piccoli e casa con mutuo lontane.
C’è una logica di servizio al cittadino e risparmio di spesa pubblica? una stazione tenuta aperta con una solo carabiniere forestale che non ha più competenza sull’antincendio boschivo; un Forestale che conosceva il territorio trasferito nella caserma cittadina dei vigili del fuoco dove presta servizio tutto l’anno demansionato a fare solo antincendio boschivo senza tuttavia esercitare le direzioni di spegnimento; due Forestali che lo Stato aveva formato per tutelare natura e salubrità di cibo e ambiente a cui col cambio divisa hanno dato casco, scudo e manganello con compiti esclusivamente d’ordine pubblico.

Riassumendo la miracolosa moltiplicazione da Legge Madia: 1 carabiniere forestale (che sta in montagna ma non fa antincendio boschivo) + 2 poliziotti per l’ordine pubblico + 1 vigile del fuoco (che fa antincendio boschivo ma sta in città) col resto di zero: azzerato il presidio antincendio locale, frazionando prevenzione, spegnimento, indagine.
Risultato: FAUNA e BOSCO di monte Croce in meno.
Fuori conteggio il tormento d’animali e piante bruciati vivi.


Tuttavia ho scelto con malizia questo tra i milluni casi emblematici perché c’è un’unità di luogo, tempo e azione come nelle tragedie classiche: il “luogo” è la terra di Puglia con la sua millenaria coltura/cultura greca, funestata da eventi innaturali. Proprio nel medesimo “tempo” tra giugno e luglio, in “azione” alla masseria del Capitano, forse, sono proprio quei due Forestali costretti a far ordine pubblico; forse uno di loro è proprio quello che, schierato in tenuta antisommossa, sorride guardando un cagnetto. 

Magari i Forestali fossero potuti rimanere nel loro comando stazione per precipitarsi su sentieri a loro noti a raggiungere il fronte dell’incendio per coordinare da terra i lanci d’acqua degli elicotteri verdi CFS, dirigendo, consapevoli dei rischi del terreno, i volontari della Protezione Civile e tutti i Corpi che in montagna danno supporto, e rimanendo poi a vegliare l’incendio domato, armati di flabello!
Ora devono avere in mano, al contrario, il manganello!

Serena Fiorentino:< Nonostante tutto e nonostante l’ormai completa mancanza di fiducia verso governo e forze del disordine, non potevo credere che a pochi giorni dalle rassicurazioni di TAP circa il rispetto del fermo estivo (peraltro contemplato nella stessa VIA), ci sarebbe stata ancora un’altra inammissibile forzatura.
Eppure sono arrivati in forze, ovunque. Vernole, Melendugno, San foca… al presidio, alla masseria del Capitano.
Lo stato contro il popolo. Una multinazionale contro le sue stesse carte bollate e le istituzioni locali.
Anziani, donne e ragazzini accerchiati in ogni dove, gli sguardi determinati nonostante l’inevitabile smarrimento.
Ho avuto ancora una volta paura. La sana paura di chi sa di non essere nelle condizioni di vincere sul piano della forza. La vittoriosa paura di chi, giorno dopo giorno, nella lotta, prende coscienza di essere dalla parte del giusto e sa che sta combattendo per qualcosa di più alto. Io continuerò ad esserci e continuerò a VINCERE, per il futuro di questa terra e dei nostri figli….sia dei miei che dei vostri e di quelli dei poliziotti che, nascosti dietro caschi e scudi , gli occhi bassi che non riescono a sostenere gli sguardi dei cittadini che dovrebbero difendere, brandiscono i manganelli contro il loro stesso futuro.
Stiamo difendendo anche i vostri figli, nonostante tutto e nonostante voi.>

Antonella Giordanelli

Annunci

One thought on “MONITORAGGI

  1. Lazzaro Manlio Detti 11 luglio 2017 / 17:34

    Purtroppo i nostri sgovernanti hanno altro per la loro testolina piccola, piccola, evanescente e insensibile agli interessi del popolo!!! Alle prossime elezioni ricordiamocelo!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...