INTERESSE PRIVATO

Listener.png

“Animalista, vegano e pure Forestale: com’è che non sei il mio terzo figlio?”

 ti ho domandato non appena ci siamo contattati, nel luglio 2014.

 Il 31 marzo 2015, alla prima protesta in piazza a Roma contro la soppressione del CFS, ti ho portato i tarallucci, perché non sapevo che faccia avevi, ma ero sicura che nel tuo zaino pieno di volantini e documenti non avresti pensato d’infilare due fette di pane!

 A distanza di due anni, dopo l’ultima manifestazione pro CFS, quella gran corsa alla stazione Termini perché tu non perdessi il treno (190 euro di biglietto: ogni viaggio ti è costato quanto una quota per un ricorso collettivo, oltre al giorno di ferie); prima dell’ abbraccio di addio al binario, hai tirato fuori dallo zainetto un asciugamanino, ma le gocce che ti bagnavano le guance non scendevano dalla fronte… 

Tra i rari incontri di persona, due anni e mezzo d’innumerevoli, interminabili telefonate che seguivano sempre la medesima scaletta rituale: la prima parte operativa, poi io ti passavo i miei trent’anni d’esperienza maggiori dei tuoi trent’anni d’età e tu ricambiavi snocciolandomi i mille vissuti quotidiani da Forestale, per concludere con irrefrenabili risate immaginando realtà paradossali a esorcizzare il paradosso reale. Avevamo stabilito per gioco d’issare la bandiera forestale su un qualche isolottino sperduto dove tu, orgogliosamente in divisa, sospingendo la carrozzella con me ormai decrepita, ne avresti difeso la natura incontaminata a oltranza, entrambi tenacemente ignari e sprezzanti del mondo come guerrieri nipponici.

E intanto le notti al pc in cui s’andava avanti a spulciare emendamenti e tabelle oppure a fare in modo che l’articolo o il video fosse pubblicato proprio per quel giorno significativo per ragioni politiche o scelte simboliche. Ci siamo dovuti inventare abilità estranee ai nostri rispettivi mestieri, ma grazie al nostro sodalizio dove era carente l’uno, suppliva l’altro.

Venerdì 30 dicembre (alle 20,20 circa!) la tua coerente scelta di transitare nella pubblica amministrazione per rimanere libero viene premiata! Nessuno s’è impegnato nel difendere il CFS più di te e nessuno è stato fortunato più di te: la nuova sede di servizio a poche centinaia di metri dal tuo comando (vicino a negozi vegani), con possibilità di avvantaggiarti economicamente tramite straordinari che al contempo ti consentono tempo libero da dedicare alla causa, nonché l’ambiente cordiale nel quale subito ti distingui per vestire sempre giacca e cravatta (con la cintura forestale) in modo illusorio a darti ancora la dignità di uno stile e di colleghi appartenenti ad un Corpo.

Forse eri nel turno notturno, o forse ti preparavi alle tue usuali quattro ore di sonno quando mi hai inviato la mail con le parole: “Non riesco più a seguire nulla per i troppi impegni di lavoro. Ciao” e ti sei cancellato dai social network.

Adesso quando dirò che amo il CFS disinteressatamente perché non ho nessun parente Forestale, potrai  sbugiardarmi:

 “Avevi un figlio in Forestale: ora non sai più dov’è e lui non sa più chi è”.

  Antonella Giordanelli

Annunci

One thought on “INTERESSE PRIVATO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...