OPERATIVI E DISFATTORI

camere-e-pamela

Ho letto l’appello dell’ex Forestale inviato il giorno dopo la tragedia di Rigopiano in Abruzzo e ho provato ad analizzare cosa ha potuto spingere un uomo a farlo e ho capito…

Un uomo del fare. Sicuramente non abituato a stare con le mani in tasca e il lavoro, al servizio dello Stato, dell’ambiente e delle persone, specie se in difficoltà, lo ha portato a reagire. Il suo appello era dettato da questo!

Il giorno 19 l’aver ricevuto, come vecchio Responsabile Operativo del nucleo volo del Corpo Forestale dello Stato una richiesta di aiuto, l’essersi sentito impotente e frustato da una situazione che oramai evidentemente gli pesava addosso da giorni, ha fatto sì che utilizzasse il primo sistema che gli è venuto in mente: rilanciare l’appello agli amici…

Ha semplicemente rimbalzato la richiesta di soccorso a chi, “trovandosi nella posizione giusta”, avrebbe potuto mettere a disposizione mezzi aerei ovvero elicotteri. Evidentemente si sentiva impotente. Frustato come detto dal fatto che oramai dal 01.01.2017 la sua vita di Forestale prima e di pilota del Corpo Forestale dello Stato poi è stata messa in un cantuccio con mezzi aerei fermi per colpa di una poco chiara e sicuramente inadeguata gestione di questo transito.

Pur non comprendendone le vere motivazioni e, sicuramente, non approvandole nell’animo quest’uomo avrebbe potuto accettare questo ritardo se lo scioglimento del CFS e le conseguenti azioni di accorpamento degli uomini/donne, dei mezzi e delle strutture fosse capitato di colpo ma che il CFS dovesse subire (scusate ma non trovo altri termini) tutto questo era oramai nelle intenzioni del governo da anni e sicuramente da agosto 2016 che si sapeva; quindi quattro mesi per scrivere chi doveva ricevere cosa, dove sarebbe avvenuto, come doveva essere fatto e quali erano i mezzi a disposizione.

I presupposti erano più che avviati, quello che è incomprensibile, perché caduto nelle maglie di una burocrazia distruttiva, è che il Governo, che ha il potere di legiferare, avrebbe già a priori potuto scrivere due articoli in cui, per esempio, i mezzi aerei e gli uomini che transitano nell’amministrazione x, y e z, per continuità nel loro servizio e fino alle more di un successivo adeguamento potranno continuare a svolgere quello che hanno sempre fatto: il pilota vola, il tecnico cura l’aeronavigabilità dei mezzi, ecc… per trovare le parole giuste non serve né il politichese né l’avvocatese ma solo la volontà di fare una cosa buona e giusta per questo Paese!

Questo stallo, incomprensibile per chi è abituato a fare, non è ammissibile. La macchina del soccorso in Italia funziona perché ci sono molte persone che, in particolare quando in difficoltà, fa molto di più del necessario senza essere eroi. Tutti, nessuno escluso, ma non sono quelli/e che vivono dietro le scrivanie bensì coloro che sono sul campo, che stanno sulle strade (o sui mezzi aerei), coloro che sono a contatto con le emergenze, con la gente, con il popolo…

Mi dispiace dirlo ma gli uomini e le donne di questo mondo politico non riesce più a fare, è solo capace di disfare. E non serve fare retorica parlando dell’annullamento del Corpo Forestale dello Stato però vorrei fare un esempio: sembra che il mondo politico odierno sia come quel programmatore di App che pur avendone creata una d’eccellenza vi mette mano e la rovina. Ecco, a volte sarebbe bene che si fermassero. Lasciate in pace i programmi che ricevono like positivi; se li toccate rischiate di rovinare tutto.

Ora, se veramente avete quella volontà di fare che traspare nelle vostre azioni iniziate a licenziare (si licenziare, collocare a riposo, cacciar via a pedate…) certi amministratori, certi generali che hanno dormito e forse dormono e che tengono ancora chiusi negli hangar gli elicotteri. Oppure scuoteteli dal torpore, forse nelle stanze di certi ministeri fa troppo caldo e alla fine c’è chi s’addormenta.

Un Forestale 

 

Annunci

2 thoughts on “OPERATIVI E DISFATTORI

  1. Lazzaro Manlio Detti 15 febbraio 2017 / 18:54

    Fa veramente impressione leggere questa riflessione di una persona che ha dato e dara’ tutto per aiutare chi e’ in difficolta’ nonostante una classe dirigente e politica inefficiente, sperperona e inconcludente!

    Mi piace

  2. giu.imperatore@libero.it 15 febbraio 2017 / 21:58

    Caro “Un Forestale”, questi così detti politici nostrani si erano messi in testa di far vedere che ci sono e non sono tornati indietro.L’ho detto fin dal primo momento. Il risultato è sotto i nostri occhi. Con tante polizie provinciali da eliminare, per esempio, se la sono presa con il C.F.S. e nessuno ha spiegato il perché. L’Arma dei Carabinieri, stanti i desiderata. era l’unica soluzione. Ma dei problemi derivanti a 360°, sempre ai così detti politici, non gliene frega niente.Auguri.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...