CIO’ CHE ERA SILVANO

land-rover-cfs

Questo benedetto 2017 è davvero iniziato nel peggiore dei modi….anche il vecchio Silvano è andato via per sempre…..
Neri Silvano….Maresciallo NERI Silvano…..le sue giornate, come le mie del resto, non avevano orario……doveva, il buon Silvano, tutelare le selve della Patria……i boschi cedui dove era lui, erano perfetti……giusta matricinatura…..ci perdeva tempo il Silvano.
In maniera scherzosa, ma con orgoglio, mostrando il quadro dell’Attestato al merito Silvano rilasciato al Corpo Forestale dello Stato, diceva che era Suo!
Era originario della mia terra, il Casentino, lui di Badia Prataglia ed io di Chitignano…….avevamo radici culturali comuni, anche a livello di idioma, perché in tempi passati il Vescovo di Arezzo, concesse ai Frati di Badia, di coltivare la vite e l’olivo in quel di Chitignano ed ancora oggi, gli unici idiomi che si somigliano in Casentino, sono proprio quello di Badia e quello di Chitignano.
Abbiamo lasciato sia io che lui, la nostra amata terra, per servire lo Stato e le selve della Patria.
Ma ogni volta che ci incontravamo, si percepiva che sentiva parecchia nostalgia per la sua terra, del resto come accade a me. Un uomo buono, umile e sempre con il sorriso sulle labbra. Aveva però il carattere dei Casentinesi……non si lasciava prendere per i fondelli. Aveva voluto bene alla gente di Montagna….di questa meravigliosa Garfagnana e la gente di Montagna aveva voluto bene a lui.
Che strano destino……è andato via pochi giorni dopo, si può dire insieme al Glorioso Corpo Forestale dello Stato che lui aveva tanto amato…
Sono momenti tristi….Tristi…Per onorarlo non posso andare con la nostra divisa…Non c’è più…forse potrei indossare quella da campagna con i nuovi distintivi… ricorda quella del Forestale…
Quando era riuscito a realizzare una abitazione per la famiglia, aveva adibito una piccola stanza ad ufficio, simile a quello che aveva al Comando Stazione……qualche volta bisognava lavorare anche a casa…..bisognava scrivere negli stampati che le matricine da riservare al taglio, dovevano essere le migliori, ben sviluppate, del diametro non inferiore alla media ed esenti da tare.
Il mio cuore è pieno di dolore…..San Giovanni Gualberto, Celeste Patrono dei Forestali, ti accompagnerà fino al Signore, Silvano e in quello splendido luogo, un giorno ci rivedremo. Arrivederci.
 
Mauro Cheli
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...