CHE FAI A CAPODANNO? IL CARABINIERE

divisa-2

31.12.2016, San Silvestro, la maggior parte della gente sarà indaffarata a preparare il cenone di fine anno, o tutt’al più si starà imbellettando per uno splendido cenone da consumare nei più disparati locali. Allo scoccare della mezzanotte ci saranno i botti, lo spumante e tanta allegria per il nuovo inizio.
Questo è quello che succederà anche a me e a buona parte dei miei colleghi/amici/compagni di lavoro… eccetto che per un piccolissimo dettaglio che farà la differenza: non ci sarà l’allegria.
Sì perché, dal primo gennaio dell’anno che verrà, finisce la mia (la nostra) avventura lavorativa con il Corpo Forestale dello Stato. Non per volontà mia, sia ben chiaro, ma per volere di un governo che non ho votato e questo nel silenzio più assoluto. Io sarò assorbito nei Carabinieri, altri nella Guardia di Finanza, altri ancora nei VigilFuoco, e ci sarà pure chi rinuncerà ai sogni di una vita ed entrerà in mobilità (nella speranza di trovare un lavoro alternativo presso un qualcosa che propone sempre il succitato governo, e quindi non un palliativo, un placebo, di scelta ), il dramma in tutto questo è che a tutt’oggi non si sa nulla del nostro divenire. L’unica certezza è quello che dice il mio carissimo collega Claudio Signori “le mie libertà costituzionali saranno compresse all’interno di un ordinamento militare e non più civile”.
Ma sono un combattente, e come tale mi batterò. Mi batterò per me, ma soprattutto mi batterò per quel desiderio di difesa della natura nato più di un quarto di secolo fa e concretizzatosi nell’ormai lontano dicembre del 1996 (esattamente 20 anni fa). Mi batterò perché non accetto questa situazione, mi batterò perché non ho scelto io di andarmene dalla forestale, mi batterò pur continuando a svolgere il mio lavoro (qualunque esso sarà)… Mi batterò perché ho bisogno di credere che le cose possono cambiare, che possono migliorare…
Ma non sarò più allegro nell’andare al lavoro, non sarò allegro nel fare quel che farò…
E di questo non posso che “ringraziare” quei pochi vigliacchi (in parte presenti anche in seno alla forestale) che per due soldi hanno venduto il loro kulo, i nostri sogni, il nostro futuro e quello delle nostre famiglie.
Non ho nulla contro i Carabinieri, in fin dei conti facciamo lo stesso mestiere, ma avrei voluto la costituzionale libertà di scegliere cosa fare della mia vita esattamente come ho fatto 20 anni fa.
Cosa farete voi a capodanno? Io farò il carabiniere (con la c minuscola)!
 

Gabriele Lanza

Annunci

One thought on “CHE FAI A CAPODANNO? IL CARABINIERE

  1. Stefano 1 gennaio 2017 / 0:50

    …Io invece farò finta di fare il carabiniere e resterò FORESTALE fino alla fine!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...