PIANTO ANTINCENDIO

il-forestale

Il Corpo Forestale dello Stato possiede quattro Erickson S64F, consegnati tra il luglio  2004 e la fine del 2005.
Sono registrati con “Marche civili” e quindi gestiti con le norme civili dell’European Aviation Safety Agency.
Fino al 2012 i fondi per gestirli non venivano dati al CFS, ma alla Protezione civile che aveva stipulato un contratto con la Ditta European Air Crane con sede in Firenze, per cifre intorno ai 80/100 milioni di euro per i quattro anni dal 2009 al 2012.
Il 2013 è stato un anno di transizione, la Protezione Civile è stata riorganizzata e la gestione dei contratti e relativi fondi, per la gestione della flotta pesante antincendio di Stato (Canader e S64F) è stata trasferita ai Vigili del fuoco.

I fondi si sono ridotti notevolmente, ma al CFS sono stati dati 5 milioni. Di conseguenza da giugno 2014 è stato possibile la gestione diretta degli S64F da parte del CFS seppure con accordi con la ditta European per il supporto.

Il CFS mantiene un S64 operativo tutto l’anno e due nella stagione estiva durante la quale se ne aggiunge un altro dato in gestione alla European con fondi dei VV.F.

Per poter gestire questi elicotteri è necessario avere tre strutture certificate a norma EASA:
1- Operatore Aereo. 2- Ditta di Manutenzione Part 145; 3- CAMO.
Il CFS ha le prime due strutture per la terza, che si occupa di seguire le scadenze dei componenti dell’elicottero, ha un contratto di fornitura con la SIMA S.p.a. che è una controllata della European. Il CFS aveva in programma di dotarsi anche di questa struttura ma il processo si è interrotto per ovvi motivi.
Il CFS su questo elicottero impiega 6 piloti di cui 4 comandanti, 6 tecnici e 3 meccanici. A questi si aggiunge il personale del magazzino e dell’ufficio tecnico. In totale non si arriva a 20 persone.
Gli elicotteri vengono dislocati sul territorio in base alle necessità della Protezione  Civile. Quest’anno da febbraio ad aprile un elicottero è stato dislocato a Brescia. Attualmente ce ne sono due a Pontecagnano (SA) e quello della European a Comiso (RG).
I vigili del fuoco non hanno strutture conformi alla normativa civile EASA, e quindi non possono gestire gli S64F direttamente.

Di conseguenza batteranno cassa per fare un contratto con l’European, che è l’unica ditta in Europa che può gestire questi elicotteri. Il contratto dovrà necessariamente essere pluriennale a fronte dell’impegno che richiederebbe alla ditta con costi intorno ai 20 milioni all’anno per 3 o 4 anni. 

Quanto al personale del CFS a meno di un mese dalla data dal transito nei Vigili del Fuoco, non ha ancora ricevuto notizie  in merito alla sede nella quale presterà servizio stante il fatto che il D.Lgs. n.177/2016 prevede sì la conferma di una “sede di servizio collocata nello stesso ambito territoriale provinciale” ma con la clausola della verifica della compatibilità “con il nuovo assetto organizzativo”.

Oltre a subire, dopo svariati anni di servizio, un disagio professionale senza precedenti, al 31 dicembre 2016 il Corpo Forestale dello Stato cesserà l’erogazione della retribuzione, ma non si sa se sono attivate tutte le connesse procedure per passarne il mandato ai VV.F.

Parimenti non è stato ancora avviata nessuna discussione all’interno del Dipartimento del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in merito alla organizzazione del nuovo servizio antincendio boschivo.

Vi saranno Forestali, anche in posizioni di dirigenza, che operavano con qualifiche professionali vastissime che si troveranno ad occuparsi solo d’incendi boschivi. Dovendo garantirgli, almeno inizialmente, il trattamento economici del comparto sicurezza, percepiranno un assegno ad personam, pur lavorando per il futuro a parità di mansioni con colleghi che mai hanno avuto diritto ad indennità di volo e al loro livello retributivo.

Se il carabiniere piange, il pompiere non ride.

Antonella Giordanelli

Annunci

2 thoughts on “PIANTO ANTINCENDIO

  1. Andrea Marangoni 1 gennaio 2017 / 12:00

    Piuttosto chiediamoci, in merito all’ultimo paragrafo, come si sentiranno i Vigili del Fuoco classici a lavorare con colleghi Nuovi con mansioni al minimo ma con stipendi molto più elevati!
    Questa è un’altra assurdità dello Stato e di chi ci governa……

    Mi piace

    • Fausto 15 febbraio 2017 / 18:09

      Verissimo infatti vi sono già dei problemi……. ma se per salvare l’Italia devono ridurre di 1/4 lo stipendio a chi le faceva risparmiare 15/20 milioni di euro l’anno……….. sono il viceresponsabile della parte tecnica degli S64…… allora mi dispiace ma lo stipendio lo devono ridurre a tutti vigili compresi anche se prendono di meno

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...