PER COLPA DEL PIFFERO

Ho sognato un incubo:
Apprezzata ed applaudita dal pubblico in auditorium stavo tenendo un concerto cameristico di chitarra classica  il cui timbro, cantabile e pastoso, ma delicato, non è adatto ai grandi teatri lirici. Arriva sul palco l’impresario a congratularsi annunciando che, per una questione di budget, il mio complesso da camera sarà soppresso e dovrà entrare in un’ orchestra sinfonica, escluso i cantanti già destinati in un coro;  diventando orchestrale devo abbandonare la chitarra, ma forse potrei provare a suonare un qualche altro strumento a corde, forse in una sezione dei violini … no, no arpe e archi non mi vogliono…. l’impresario frettolosamente m’infila tra gli strumenti a fiato…oddio in una fanfara militare! aiutoooo, si può obbiettare? ma daì il teatro pubblico è grande! fa’ domanda chessò come ballerina classica, o attrice drammatica, o scenografa, o costumista, o illuminotecnica, o  truccatrice o guardarobiera, o maschera, o serva di scena, o addetta a…. cesso per cesso (già te e la tua chitarra vi ci hanno buttata nel cesso) ….. ma nooooo, dai, i colleghi militari, ma strumentisti!,  paternalisticamente ai chitarristi faranno suonare il flauto in un’apposita banda………il flauto, io l’ho sempre amato ascoltare, ma adesso me lo vogliono far suonare per forza ‘sto strumento che Mozart chiamava la sputacchiera …. ma a sputarmi addosso è il direttore della banda che mi dice che ho i denti storti e l’imboccatura che neanche per i piatti e la grancassa………..Mi son svegliata di soprassalto e son corsa felice a suonare quello che nella realtà è lo strumento su cui ho costruito le mie mani in una vita di passione e dedizione ! mi sono seduta al mio pianoforte a coda, sopra era poggiato il compiuter su cui ho letto :
 
Questa pseudo riforma, oltre ai danni certi qualora dovesse andare in porto ha provocato di sicuro degli effetti devastanti anche sotto altri punti di vista. Ha creato, fatta eccezione per qualche frustrato, uno scoramento ed una sensazione di tradimento nell’animo di un’intero gruppo di persone che, chi più e chi meno, ha lavorato sempre in silenzio, senza enfasi ma con passione, per il bene comune, per la salvaguardia delle tradizioni agro-silvo-pastorali, per il bene dell’Italia perchè in fondo l’Italia non è Milano, Napoli o Roma ma tutt’altro. E’ una miriade di piccoli comuni che spesso con le realtà metropolitane ha poco a che fare. Quegli uomini che fino ad oggi hanno sempre visto con favore la collaborazione con altri Corpi di Polizia ma che oggi, solo ad incrociare una pattuglia dei CC sente dentro di sé quella sensazione, per carità non nei confronti degli operatori locali, che quella amministrazione ci sta divorando, ci sta derubando delle nostre centenarie tradizioni, della nostra divisa, della nostra bandiera, delle nostre esperienze, del nostro timbro sulla scrivania, del computer aggiornato dal singolo forestale volenteroso, delle lampadine acquistate dal forestale e non dall’amministrazione, della sedia aggiustata a proprie spese.

Ecco, queste sono le sensazioni.

E da parte dei cittadini? Bè non è simpatico andare in servizio e sentirsi guardare quasi con compassione. Si perché il cittadino non è contento per la nostra scomparsa ma prova pena per noi ma anche per l’intera nazione che perde un qualcosa di utile che forse non troverà mai più.

E gli altri, i Carabinieri, cosa provano adesso? Qualcuno, ovviamente quelli intelligenti e non le marionette che si muovono solo al comando, quelli sono dalla nostra parte, gli altri, quelle definite marionette già prima si sono sempre sentite superiori a noi e figurarsi ora che ci stanno fagocitando ( non nascondo, per far capire il livello di queste persone, che si chiedono come possiamo diventare carabinieri visto che loro hanno giurato fedeltà alla patria………..). E ad accorpamento avvenuto cos’altro potranno pensare di noi.

 
Chi non sa leggere tra le righe potrà pensare, seguendo questi nostri gruppi  https://www.facebook.com/groups/salviamoilcorpoforestale/  , che siamo contro di loro, che odiamo l’Arma ma non è così.
Noi non odiamo l’Arma, noi semplicemente ed umilmente amiamo il Corpo Forestale dello Stato.
 
Ecco quindi, questa riforma è stata capace di creare una sorta di “scontro istituzionale”.
Uno scontro che non terminerà di certo ad assorbimento avvenuto ma ahimè, avrà fine quando l’ultimo Forestale vero andrà in pensione e il bagaglio di esperienze da lui acquisite andrà perso per sempre.
 
Grazie Renzi, anzi no, grazie politici tutti.
 
 

prof. Antonella Giordanelli

Annunci

2 thoughts on “PER COLPA DEL PIFFERO

  1. Pallino Pinco 28 febbraio 2016 / 16:44

    Questo Governo ne ha fatte di cose sbagliate, ma quella della soppressaione del glorioso CORPO FORESTALE DELLO STATO, e’ la piu’ grossa coglioneria messa in campo da Matteino e i suoi accoliti. Cio’ mi addolora profondamente visto che ho fatto parte di questo Corpo per piu’ di trentanni. Ma cio’ che piu’ mi rattrista e’ la consapevolezza che a farne le spese sara’ immancabilmente L’ AMBIENTE in cui viviamo e di conseguenza i nostri figli i nostri nipoti e tutte le generazioni future.

    Mi piace

  2. Pallino Pinco 28 febbraio 2016 / 16:54

    La soppressione del CORPO FORESTALE DELLO STATO e’ l’ennesima castroneria messa in atto da questo Governo, capitanato da una persona MAI eletta dal Popolo sovrano. Essendo stato per piu’ di trentanni nel glorioso C.F.S. mi rattrista l’idea della sua soppressione. Ma, cio’ che piu’ mi fa girare le scatole e’ la consapevolezza che mancando in futuro un organismo presposto alla tutela dell’ambiente, il nostro bel Paese sara’ preda delle ecomafie inquinatrici.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...