La rabbia e l’orgoglio – Lettera aperta ai colleghi Forestali

Cari colleghi,

è a voi che questa volta mi rivolgo. Finora ho parlato da cittadino e da Coordinatore della Campagna #SalviamolaForestale e forse tanti ancora ignorano che io sia un Forestale come voi. Le notizie che stanno pervenendo non sono per nulla confortanti. A quanto sembra è in atto un macabro disegno volto a strappare e dividersi le nostre spoglie quando noi Forestali siamo ancora vivi. Vogliono farci a pezzi e nutrirsi delle nostre competenze e specialità acquisite e affinate in 192 anni di storia. Un atto di assoluta gravità che dovrebbe svegliare le nostre coscienze troppo spesso assuefatte da mille interessi di comodo e per lo più demandate a quella parte di volenterosi rappresentanti sindacali.

La rabbia che deve scattare in noi è dovuta al fatto che queste decisioni stanno venendo da un parlamento di nominati dichiaratamente incostituzionale e da un Governo non eletto dal popolo oltreché incompetente. La rabbia di vedere la nostra storia calpestata da dei dilettanti allo sbaraglio e da degli opportunisti della prima e dell’ultima ora.

Quanto orgoglio vedo nelle vostre foto in divisa pubblicate sui rispettivi profili dei social network! L’orgoglio di indossare la nostra uniforme per la quale si è sacrificata parte della propria vita e che qualcuno invece quella vita l’ha persa per onorare il servizio. L’orgoglio di appartenere al Corpo più amato dagli Italiani e che l’Europa ci invidia.

Mercoledì 15 luglio quella rabbia e quell’orgoglio scenderanno in piazza. Insieme a noi Forestali ci saranno tanti cittadini che in questi mesi si sono impegnati, anche con la nostra Campagna, per chiedere di salvare il Corpo Forestale dello Stato. Questa, sarà forse l’ultima occasione che potremo avere per esprimere questi sentimenti, un ulteriore atto d’amore nei confronti di un Corpo che ci ha formati, che ci ha resi fieri di servire lo Stato e felici di operare al servizio dell’ambiente, degli animali e dei cittadini.

Mercoledì prossimo, 15 luglio, a partire dalle 10:00, la rabbia e l’orgoglio dei Forestali si ritroveranno a Roma, sotto il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Se queste mancheranno, i nostri aguzzini (interni ed esterni) avranno buon gioco nel proseguire il loro piano scellerato.

Vi aspettiamo tutti

Seggioli Raffaele

Annunci

One thought on “La rabbia e l’orgoglio – Lettera aperta ai colleghi Forestali

  1. Venditti Romualdo 20 dicembre 2015 / 18:35

    Il dr. Berti si starà rivoltando come una trottola nella sua tomba. La sinistra ovunque ha governato,o governa non mai combinato mai niente di buono.In italiana potevano fare meglio.Solo tasse e il motto qui comando io” Tirannide”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...