“Siamo cittadini consapevoli e non semplici nullità” – L’appello di Franco Tassi

LA POLITICA CHE SPERGIURAVA DI DIFENDERE AMBIENTE, NATURA E PAESAGGIO, COSA FARA’ ADESSO? POTENZIERA’, O SMANTELLERA’ LA FORESTALE? E A VANTAGGIO DI CHI?
Nell’incessante diatriba sul futuro della Forestale, in cui alla valanga di argomenti dei sostenitori del Corpo si contrappone il sostanziale vuoto dei teleguidati “normalizzatori”, va segnalata una brillante analisi di Stefano Palmisano, che richiama anche realtà concrete, come il prezioso ruolo della “cittadinanza attiva” operante, insieme alla Forestale, nella battaglia della cosiddetta “terra dei fuochi”. Un Parlamento distratto e un Governo incosciente potrebbero anche continuare a distruggere le cose buone che rimangono nel Bel Paese: lo stanno già tentando egregiamente con la ricerca e l’istruzione, la cultura e l’economia, la natura e il paesaggio, la giustizia e il territorio, il mare e i parchi… Ora la mannaia colpirà chi procura fastidi ai poteri occulti, e chi combatte contro gli eco-reati senza guardare in faccia nessuno? Non sarebbe certo il primo caso in Italia: questo infatti è “il Paese di Pinocchio”, come ricordava Antonio Cederna. Perché quando il burattino di legno andò a denunciare un grave furto, indicandone i colpevoli … per tutta risposta, il giudice chiamò i gendarmi, e lo fece arrestare!
Saremo dunque condannati a invasioni di trivellazioni e centrali a biomasse, rifiuti e veleni, atti di bracconaggio e furti di legname? Se questo è quanto ci propina ormai chi vuole dominare senza ascoltare ragioni, nè ammettere contestazioni, come può reagire il cittadino onesto che non vuole piegarsi a certe assurde imposizioni? Come potrà mai il piccolo Davide opporsi con successo al potente gigante Golìa?
Ebbene, la risposta è molto semplice, perché una soluzione esiste, alla portata di tutti, come ci aveva insegnato nel 1973 il Premio Nobel russo Aleksandr Isaevič Solženicyn nel suo celebre appello “Vivere senza menzogna”, esortando a combattere violenze e falsità con l’arma invincibile della verità…
“Se il potere usa come armi le bugie, noi possiamo reagire, abbiamo il dovere civile di farlo. Dobbiamo iniziare a colpirlo dove è più vulnerabile, nella menzogna. Sì, all’inizio non sarà facile, cercheranno di farci tacere con ogni mezzo… Ma la scelta della direzione da prendere spetta a noi: andare verso la verità o restare nella menzogna, puntare verso l’indipendenza dello spirito o accettare il servilismo spirituale. Se saremo migliaia, non potranno tenerci testa, neanche ci proveranno. Se diventeremo decine di migliaia, il nostro Paese cambierà talmente, da non riconoscerlo più… Se invece ci faremo vincere dalla paura vorrà dire che siamo semplici nullità”.

Franco Tassi

Annunci

One thought on ““Siamo cittadini consapevoli e non semplici nullità” – L’appello di Franco Tassi

  1. Fausto Giudice 24 giugno 2015 / 22:12

    La natura va difesa con tutti gli strumenti possibili

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...